Bellezza viso e benessere: intervista alla beauty blogger Valeria Martalò

Rieccoci di nuovo qui con una nuova intervista.

Restiamo ovviamente nel merito del nostro settore, alla ricerca di qualche saggio consiglio da parte dei migliori beauty blogger del web che possono darci delle dritte molto interessanti in merito ai cosmetici e al loro utilizzo.

Questa settimana abbiamo fatto una piacevole con chiacchierata con Valeria Martalò, conosciuta sul web per la sua attività sul sito BeautyBlog. Nell’intervista che segue puoi trovare tante informazioni che potrebbero davvero interessarti.

  • Buongiorno Valeria e grazie per aver accettato il nostro invito. Prima di andare nel dettaglio della nostra chiacchierata, raccontaci un po’ di te e di come nasce l’idea del sito BeautyBlog.

Ciao e grazie per l’opportunità! Il blog è nato un po’ “per gioco” all’inizio, ero poco più di un’adolescente e, come tutte le ragazze di quell’età, amavo il make-up e il mondo della moda alla follia. Ho imparato a truccarmi grazie a Clio e alle altre guru di YouTube, e ho voluto provare a creare un blog tutto mio.

  • Sul tuo blog, che potremmo definire come un vero e proprio magazine del settore, ti occupi di diversi ambiti. Partiamo dalla cura del proprio viso: quant’è importante cercare dei prodotti di qualità per la cura della pelle?

Curare la pelle del viso è la cosa più importante! Poiché è la parte che è sempre esposta al vento, alla polvere, ai batteri etc., dobbiamo trattarla con maggiore attenzione e certamente con prodotti di qualità, altrimenti rischiamo di fare danni irreparabili.

  • Tocchiamo più in generale l’ambito del benessere. Quale rischio può correre una persona se affida la cura del proprio corpo a soli prodotti cosmetici composti con elementi chimici e non naturali?

Usando sempre e soltanto prodotti chimici, si rischia di assorbire con il tempo tutto l’insieme di petrolati e altri ingredienti nocivi. Questo può portare a malattie della pelle come dermatiti, ma anche a problemi più gravi quali neoplasie. In piccole quantità questi ingredienti non sono dannosi, ma pensiamo a quante volte alla settimana spalmiamo la crema corpo o la crema viso: “bombardiamo” così la nostra pelle di ingredienti derivati dal petrolio! Non è tanto la quantità, ma la costanza nell’utilizzare sempre e solo prodotti chimici a essere nociva.

Certo, utilizzare prodotti naturali è sempre preferibile, anche se molti rinunciano per il costo elevato dei prodotti ecobio e per la reazione che pelle e capelli hanno inizialmente. I prodotti naturali potrebbero avere infatti un “odore” diverso dal solito, magari più forte e pungente, e i capelli hanno bisogno ad esempio di un lungo periodo di tempo prima di abituarsi a shampoo senza petrolati. Ognuno può scegliere quali prodotti bio utilizzare, magari quelli che usa più spesso.

  • Ti occupi anche di moda, cosa che segue inevitabilmente il discorso fatto in precedenza sulla cura del corpo. La passione per questo settore nasce come approfondimento del settore cosmetico o si tratta di una cosa ben distinta e separata? E a tal proposito, vogliamo mettere in evidenza come sia inutile vestirsi bene se non si ha cura innanzitutto di se stessi?

Esatto, la passione per la moda nasce principalmente come approfondimento del settore cosmetico, nel mio caso. Non sono una grande esperta di moda, ma mi piace tenermi aggiornata sulle ultime tendenze. Certo, vestirsi bene e con abiti all’ultimo grido è assolutamente inutile, se prima non ci prendiamo cura della nostra pelle e del nostro benessere interiore.

  • Anche l’aspetto psicologico, altro ambito di tua competenza, dipende da una giusta attenzione nei confronti del nostro corpo. Cosa puoi dirci a riguardo?

L’aspetto psicologico è quello che sto cercando di “spingere” di più nell’ultimo periodo. Non basta infatti truccarsi bene e vestirsi bene per sentirsi felici o in pace con sé stesse; spesso invece questi prodotti ci fanno sentire false e omologate a tutte le altre. La cosa su cui dovremmo puntare di più, invece, è la nostra interiorità. Non sarà il fondotinta HD più costoso a darci la felicità, è qualcosa che dobbiamo trovare dentro di noi. I problemi psicologici sono oggi sempre più diffusi ma anche sempre più stigmatizzati, si ha paura di parlarne. Col mio blog vorrei aiutare chi ha questi problemi, per trovare insieme una soluzione, anche se piccola.

  • Non solo prodotti cosmetici e psicologia, nel tuo blog troviamo anche sezioni in cui prendi in esame il mondo della maternità e anche l’arredamento. Anche su questo puoi dirci qualcosa in merito alla tua formazione professionale e a come questi ambiti siano legati al concetto di beauty?

Come per l’ambito psicologico, anche l’arredamento e il mondo della maternità sono legati al concetto di beauty. Si tratta sempre di scegliere il modo migliore per stare bene con sé stesse, per essere felici con quello che abbiamo e per cercare di migliorare degli aspetti della nostra vita. Cambiare l’arredamento o vivere uno stile più minimal spesso può fare molto da questo punto di vista. Le mamme poi vivono una condizione particolare, sono molto stressate e hanno ancora più bisogno di pensare al proprio benessere, per riversarlo poi su tutta la famiglia. Stare bene, insomma, è un lavoro complesso!

Un grande ringraziamento alla simpaticissima Valeria da parte di tutto lo staff di Kanap.

About Vincenzo Abate

Check Also

Sani Dentro e Fuori

L’olio di Semi di Canapa offre una cura salutare, sia dentro che fuori.     …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *